Festa della mamma

Dopo essermi presa un po’ di tempo per fare la mamma, torno proponendovi una semplice attività per festeggiare tutte le mamme. Invece del solito bigliettino, vi propongo la realizzazione di un segnalibro,giusto per rimanere in tema con gli articoli precedenti sulla lettura.

Perchè un segnalibro? Banalmente perchè i bambini si possono accordare con il papà per regalare alla mamma un bel romanzo da leggere, magari di uno degli autori preferiti della mamma. Ancora meglio sarebbe però un libro che permetta a mamma e figlio di fare qualcosa insieme. Magari un libro di cucina, per preparare insieme delle torte; un libro di narrativa per bambini, da leggere insieme prima di andare a dormire; un libro per realizzare lavoretti, per costruire gioielli, biglietti, mezzi di trasporto…

Insomma, un segnalibro come scusa per stare insieme e condividere del tempo di qualità. 

Per la base del segnalibro potete semplicemente far ritagliare del cartoncino bianco o colorato, abbastanza spesso, oppure, se avete una fustellatrice, potete far fustellare ai bambini la base dopo avergli fatto ritagliare un cartoncino delle giuste dimensioni.

Ora potete decidere liberamente quale segnalibro realizzare. A me piace proporne ai bambini più di uno,spiegare loro come si realizzano e lasciarli liberi di scegliere.

Il primo modello è molto semplice. Si chiede ai bambini di ricalcare con la matita la forma di un cerchio per realizzare il centro del fiore, successivamente, prendendo la tempera con le dita si può colorarlo all’interno e si possono realizzare i petali e lo stelo del fiore.

Sempre con la tecnica del fingerprint si possono realizzare alcuni elementi del disegno con la tempera e aggiungere alcuni particolari col pennarello.

Questa tecnica richiede un pochino più di precisione. Si inizia mettendo una goccia di tempera sulla base del segnalibro e poi si tira il colore con i rebbi di una forchetta. E’ importante che i segni dei rebbi rimangano evidenti. In seguito si possono disegnare lo stelo e atri particolari con un pennello.

Quest’ultimo lavoro, sicuramente più scenografico, richiede però maggior precisione e controllo della manualità. Si utilizza, invece delle dita, un gambo di sedano tagliato. La parte che si scarta prima di cucinarlo. Si immerge quindi nella tempera bicolore, cercando di non prendere troppo colore e quindi si stampa il disegno sulla base del segnalibro. Per fare le foglioline si può utilizzare uno stuzzicadenti e della tempera verde. 

Per concludere si può far scrivere un piccolo pensiero ai bambini, inventare una poesia o una frase di augurio. Io ho scelto di collegarmi al lavoro di inglese sulle parti del corpo e quindi scrivere due brevi frasi in lingua inlgese in rima.

Leave a Comment